logo Ape - Associazione Pugliese Editori
Con A.P.E. si legge

L’A.P.E. promuove l’editoria pugliese nella consapevolezza dell’importanza del libro quale veicolo di informazioni, idee e cultura, quindi, strumento fondamentale per assicurare la promozione dello sviluppo, così come sancito dalla Costituzione italiana.

Newsletter Editrice Rotas
Descrizione

CANOSA DI PUGLIA, città dauna, poi romana, la più antica delle dieci città della Provincia di Barletta-Andria-Trani. Affacciata sulla valle ofantina, è lambita dal fiume Ofanto. Vuole la leggenda che Canosa sia stata fondata dall’eroe greco Diomede poco dopo la fine della guerra di Troia, intorno al 1180 a.C. Partito dalla mitica città omerica, l’argivo Diomede, sbarcato sui lidi appuli, avrebbe fondato numerose città tra le quali Argirippa e Siponto a nord, Canusion e Cannarum a sud.
In epoca repubblicana Canosa era una delle più grandi città del Meridione dotata di una massiccia cinta muraria e – al contrario di Taranto – fu fedele alleata di Roma nella II Guerra punica che oppose Roma a Cartagine ed ebbe come punto saliente la famosa Battaglia di Canne (e fu d’allora che Barletta ne diventò il suo trafficato porto). Ma anche in età imperiale e pre-cristiana, Canosa restò uno dei maggiori e più floridi insediamenti appuli, legata a Roma da cospicui commerci e da prodotti sia agricoli che artigianali come la lana pregiata. Per Canosa ci passava la famosa via Traiana e l’imperatore, nel 114, vi fece costruire un famoso ponte che porta il suo nome e che collegava Bardulos a Salinis.
Oggi la città è un inesauribile scrigno di attestazioni archeologiche fra le quali: gli ipogei Lagrasta, Varrese, dell’Oplita, l’arco di Traiano, il Ponte romano. E inoltre l’area archeologica di S. Leucio, il Tempio di Giove Toro, la Cattedrale di S. Sabino e la Cattedrale di S. Giovanni.
Accanto alla Cattedrale di S. Sabino vi è il monumento funebre del principe Boemondo d’Altavilla, uno dei grandi condottieri della prima Crociata di cui condivise il comando con Goffredo di Buglione e Raimondo di Tolosa.

 
 
 

Presentazione del libro

Canosa di Puglia, tremila anni di storia

Lunedì 7 aprile 2014
Sala Giunta del Comune di Canosa di Puglia 
presentazione del libro di Renato Russo

CANOSA DI PUGLIA, Tremila anni di storia
Editrice Rotas, 2014

interverranno con l'Autore:
Ernesto La SalviaSindaco di Canosa di Puglia
Sabino FacciolongoAssessore alla Cultura

vedi photogallery

end faq

  • Barletta Andria Trani
Minervino, il “balcone della Puglia”, spazia da un lato sulla piana lucana fino al Vulture caro al poeta latino Orazio, ...
Adagiata lungo il litorale Adriatico, fra Margherita di Savoia e Trani, a pochi chilometri dalla foce dell'Ofanto, Barletta ...
Dopo i “Cenni storici su Bisceglie” di Riccardo Monterisi editi nel 1933 e gli studi del prof. Mario Cosmai, primo fra ...
Trani racchiude veri gioielli d’arte. La sua Cattedrale, “regina delle cattedrali di Puglia”, come la definì l’archeologo ...
Le origini di Andria sono avvolte nelle nebbie della leggenda e il suo agglomerato urbano, risalente ad epoca preistorica, ...
Fino al 1879, anno in cui prese l'attuale nome in onore della Regina, si chiamò Salina di Barletta.
CANOSA DI PUGLIA, città dauna, poi romana, la più antica delle dieci città della Provincia di Barletta-Andria-Trani.
  • 1
  • 2

Notizie su Barletta e provincia

IL FIERAMOSCA
mensile di cultura, informazione e attualità della Rotas

Notizie su Barletta e provincia

Federico II di Svevia

PuerApuliae

I tuoi ordini

 x 
Carrello vuoto

Editrice Rotas Link al sito precedente
sito precedente

www.editricerotas.it utilizza i cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore.
Usando il nostro servizio accetti l'impiego di cookie in accordo con la nostra cookie policy.

Info